Libretto postale madre diritti ereditari figli





Signora anziana, di 95 anni, vive sola con una pensione di 600 euro, paga affitto di 200 euro,ha due figli, A e B. la signora si ammala, e A decide di portarsi la madre a casa sua, dove ha una camera libera. la signora ha come unico bene il libretto bancario della pensione, con un saldo al momento del trasferimento di EUR 19000,00, il figlio A, siccome la madre è relegata a letto, per riscuotere la pensione, A si cointesta assieme alla madre il libretto bancario. Dopo cinque mesi, la signora muore. fatti,i funerali A chiede a B di contribuire alle spese funerarie perchè sul conto della madre erano rimasti solo 3000,00 EUR chiedo se B avesse diritto a qualche parte di eredità, e se può rivalersi con A, per la sparizione dei soldi dal libretto della madre.



RISPOSTA



La madre è morta in assenza di testamento, quindi dobbiamo applicare l'articolo 566 del codice civile, in materia di successione per legge dei due figli.

Art. 566 del codice civile. Successione dei figli legittimi e naturali.

Al padre ed alla madre succedono i figli legittimi e naturali, in parti uguali.

Il figlio B ha quindi diritto al 50% della somma presente sul libretto, al momento dell'apertura della successione, ossia alla morte della madre, ai sensi dell'articolo 456 del codice civile.

Art. 456 del codice civile. Apertura della successione.

La successione si apre al momento della morte, nel luogo dell'ultimo domicilio del defunto.

Il figlio A ha dichiarato che alla morte della mamma, sul libretto era presente la somma di euro 3.000.

Il figlio B ha diritto al 50% della somma di 3.000 euro. Il figlio B ha però l'obbligo di partecipare alla spesa per il funerale, nella misura del 50%.
Detto ciò, non penso che per un funerale, si possa spendere più di 2000 euro !!! Se il figlio A, di sua iniziativa, dovesse avere speso per il funerale di sua madre, ad esempio 10.000 euro, senza interpellare il figlio B … sarà un problema tutto suo !!! Un funerale in media costa 2000 euro (anche meno). Il figlio B deve pagare 1.000 euro e deve ricevere 1.500 euro. Il figlio A deve versare a B quindi, 500 euro.
Il figlio B ha diritto di ricorrere al tribunale civile, per far valere il suo diritto ereditario.

Siamo a disposizione per ulteriori chiarimenti.

Cordiali saluti.