Vuoi chiedere una consulenza gratuita i nostri Avvocati?

RICHIEDI SUBITO UNA CONSULENZA GRATUITA

ACI passaggio di proprietà dell'auto di una persona defunta





Egregi Avvocati, scrivo per una consulenza in merito al passaggio di proprietà dell'auto di una persona defunta che ha lasciato testamento olografo. Nel testamento c'è scritto: "Intendo dividere i miei beni nel modo seguente: a mio figlio lascio l'appartamento in via...; a mia figlia lascio il terreno in via... e la mia automobile".
La figlia può ritenersi unica erede della vettura?

RISPOSTA

Certamente sì. Le parole utilizzate nel testamento non lasciano spazio a dubbi: la figlia ha ereditato l'automobile.



In sede della sottoscrizione dell'accettazione dell'eredità dell'auto presso l'Aci (visto che l'accettazione non è stata resa in sede di pubblicazione del testamento) quali sono gli eredi che bisogna indicare? Solo la figlia che risulta beneficiaria dell'auto?

RISPOSTA

Se il testamento è stato validamente pubblicato dal notaio, ai sensi dell'articolo 620 del codice civile, le sue disposizioni sono perfettamente eseguibili, pertanto occorre indicare soltanto la figlia, in qualità di erede testamentaria relativamente all'auto.



Perché nel modulo non c'è possibilità di specificare chi è assegnatario di cosa, c'è solo la dicitura "dichiara di essere unico erede del defunto". Forse si intende unico erede del defunto in riferimento all'automobile?

RISPOSTA

Si tratta di un modulo su carta intestata dell'ACI … è ovvio che si intende l'unico erede del defunto in riferimento all'automobile!
Anche perché non avendo ancora accettato l'eredità, né con atto notarile né per fatti concludenti, la figlia da un punto di vista giuridico, in questo preciso istante, non è da considerare erede ma semplicemente un soggetto chiamato all'eredità.



È una situazione complicata perché se anche il fratello (che comunque non risulta beneficiario della vettura) fosse chiamato a firmare per il passaggio dell'automobile...

RISPOSTA

NO



Negherebbe la sua disponibilità impedendo alla sorella di intestarsi l'auto.

RISPOSTA

Il testamento è stato pubblicato pertanto è perfettamente eseguibile.
Il fratello non ha il potere di impedire l'esecuzione del testamento, una volta pubblicato dal notaio.



Sarebbe opportuno allegare anche una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà dove si specifica che il defunto ha diviso i suoi beni tramite testamento e ha assegnato l'auto in via esclusiva a un solo erede?

RISPOSTA

Certamente sì.
A scanso di equivoci e di futuri improbabili contenziosi, la figlia rilascerà questa dichiarazione sostitutiva, avente ad oggetto le disposizioni testamentarie.

Fonti:

Vuoi chiedere una consulenza gratuita i nostri Avvocati?

RICHIEDI SUBITO UNA CONSULENZA GRATUITA

consulenzalegalegratis.it pubblica centinaia di consulenze legali e articoli di approfondimento

cerca