Vuoi chiedere una consulenza gratuita i nostri Avvocati?

RICHIEDI SUBITO UNA CONSULENZA GRATUITA

Donazione quote eredità che importa accettazione tacita





Mio padre è deceduto il 27.8.22, era proprietario di un immobile insieme a mia mamma in Italia.

RISPOSTA

L'immobile era intestato al 50% al papà ed al 50% alla mamma.



E' in corso la successione ed io donerò la parte che spetta a me di mio padre a mia mamma.

RISPOSTA

Prima di fare l'atto di donazione, dovrai presentare la dichiarazione di successione all'agenzia delle entrate, versare le imposte ipotecarie e catastali (l'imposta di successione ha una franchigia di 1 milione di euro, pertanto non dovresti versarla) e successivamente volturare l'immobile a nome degli eredi di tuo padre.
Una volta che avrai volturato l'immobile a nome degli eredi di tuo padre (quindi anche a tuo nome, ovviamente in ragione della tua quota ereditaria), potrai procedere con la donazione delle tue quote, in favore della mamma.



Basta presentare un atto di donazione legalizzata da un notaio oppure bisogna prima accettare eredita e poi fare atto di donazione?
Grazie in anticipo
Saluti

RISPOSTA

E' sufficiente rivolgerti ad un notaio per l'atto di donazione che avrà la forma di atto pubblico, pertanto sarà rogitato dal notaio-pubblico ufficiale rogante.
Ai sensi dell'articolo 782 del codice civile, “la donazione deve essere fatta per atto pubblico, sotto pena di nullità”.
Non dovrai portare dal notaio una scrittura privata da autenticare, ma il notaio confezionerà la donazione, con la forma di atto pubblico.
Non è necessaria l'accettazione espressa dell'eredità di tuo padre, poiché ai sensi dell'articolo 477 del codice civile, la donazione delle tue quote, in favore della mamma, importerà accettazione tacita dell'eredità.
Sarà necessario invece presentare la dichiarazione di successione all'agenzia delle entrate, preliminarmente rispetto all'atto pubblico di donazione.
Art. 477 del codice civile - Donazione, vendita e cessione dei diritti di successione.
La donazione, la vendita o la cessione, che il chiamato all'eredità faccia dei suoi diritti di successione a un estraneo o a tutti gli altri chiamati o ad alcuno di questi, importa accettazione dell'eredità.

A disposizione per chiarimenti.
Cordiali saluti.

Fonti:

Vuoi chiedere una consulenza gratuita i nostri Avvocati?

RICHIEDI SUBITO UNA CONSULENZA GRATUITA

consulenzalegalegratis.it pubblica centinaia di consulenze legali e articoli di approfondimento

cerca