Debito asse ereditario pagato da un coerede





Spett. Le avvocato vorrei porre un quesito in ambito di eredità e successioni.
Volevo sapere se un debito del de cuius viene pagato da uno degli eredi, e possibile farsi successivamente rimborsare dagli altri eredi che non hanno partecipato al pagamento?

 

RISPOSTA

 

Nei rapporti interni fra coeredi vale la regola contenuta nell'articolo 752 codice civile, il quale dispone che i coeredi rispondono del pagamento dei debiti già esistenti in capo al defunto in proporzione delle loro quote ereditarie.
L'articolo 754 I comma del codice civile prevede quanto segue: Il coerede che ha pagato oltre la parte a lui incombente può ripetere dagli altri coeredi soltanto la parte per cui essi devono contribuire a norma dell'articolo 752, quantunque si sia fatto surrogare nei diritti dei creditori.
Il singolo coerede che ha pagato il debito del “de cuius” può farsi rimborsare dagli altri eredi, in proporzione della loro quota.



Se si, in quale misura se l'eredità è stata accettata da tutti con beneficio d'inventario?

 

RISPOSTA

 

In proporzione della loro quota, entro il valore della loro quota … stante l'accettazione con beneficio di inventario.



È possibile anche intaccare il patrimonio personale se non vogliono pagare?

 

RISPOSTA

 

No.
È possibile semmai aggredire in via esecutiva i beni facenti parte della quota accettata con beneficio di inventario.



Nel caso di specie, ho provveduto a saldare con la banca un mutuo sulla mia casa, acceso dal de cuius. L'eredità è stata accettata da tutti con beneficio di inventario, con redazione dello stesso, scritta da ufficiale giudiziario. Posso richiedere il rimborso agli eredi per le loro quote solo per ciò che è parte dell'attivo in inventario, oppure è possibile anche attaccare il patrimonio personale degli eredi?
Resto in attesa di Vs cortese risposta e porgo i miei migliori saluti

 

RISPOSTA

 

Soltanto per i cespiti che sono parte dell'attivo in inventario.
Ciascun coerede risponderà del debito dell'asse ereditario, in proporzione della quota ereditata, come da articolo 752 del codice civile: “I coeredi contribuiscono tra loro al pagamento dei debiti e pesi ereditari in proporzione delle loro quote ereditarie, salvo che il testatore abbia altrimenti disposto”.
A disposizione per chiarimenti.
Cordiali saluti.

Fonti: