Successione testamentaria e quota di riserva a favore dei figli





Buonasera. Il quesito riguarda il calcolo della quota di eredità. Mia nonna mi chiede una cosa a cui non so rispondere. Noi siamo tre nipoti, unici eredi della suddetta nonna. Unici in quanto mia nonna ha avuto due figli, mio padre e mio zio, entrambi purtroppo deceduti. Io sono figlio unico. Mio zio invece ha avuto due figli, che ovviamente sono i miei cugini.
Nostra nonna vuole fare testamento ma vuole sapere se la sua eredità è da suddividere in tre (33% a me, 33% a mio cugino e 33% all'altro mio cugino) o in due, ovvero 50% a me (che sarei stato l'unico erede di mio padre se fosse ancora vivo) e l'altro 50% ai miei due cugini (che a loro volta avrebbero ereditato la loro quota dal loro padre). Grazie

 

RISPOSTA



Tua nonna deve ragionare come se i due figli fossero ancora vivi, visto che i nipoti erediteranno la quota che sarebbe spettata al loro padre, per rappresentazione, ai sensi degli articoli 467 e seguenti del codice civile La nonna avrebbe dovuto lasciare al figlio almeno la quota di riserva pari a 1/3 dell'asse ereditario.
Almeno 1/3 al figlio !!!

Art. 537 del codice civile. Riserva a favore dei figli.
Salvo quanto disposto dall'articolo 542, se il genitore lascia un figlio solo, a questi è riservata la metà del patrimonio.
Se i figli sono più, è loro riservata la quota dei due terzi, da dividersi in parti uguali tra tutti i figli.

Ciò significa che tu oppure i tuoi cugini (i due cugini devono essere considerati una sola persona, in quanto con la rappresentazione, la divisione avviene per stirpi, come da articolo 469 III comma del codice civile), dovete ricevere almeno 1/3 dell'asse ereditario della nonna.

Quindi tu devi ricevere almeno 1/3 dell'asse ereditario della nonna, mentre il singolo cugino deve ricevere almeno 1/6 dell'asse ereditario della nonna.
Nel rispetto di questi paletti, la nonna può disporre del suo patrimonio come vuole.
Hai scritto:

Nostra nonna vuole fare testamento ma vuole sapere se la sua ereditá è da suddividere in tre (33% a me, 33% a mio cugino e 33% all'altro mio cugino) o in due, ovvero 50% a me (che sarei stato l'unico erede di mio padre se fosse ancora vivo) e l'altro 50% ai miei due cugini (che a loro volta avrebbero ereditato la loro quota dal loro padre).

Può fare sia in un modo che nell'altro.

A disposizione per chiarimenti.

Cordiali saluti.

Fonti: