Atto di citazione al giudice di pace per cause tra proprietari di immobili





Salve, ho 63 anni e sono elettrosensibile. Vivo al piano terra nella casa di famiglia e al piano superiore abita mia sorella con mio nipote e mia madre.
Dal piano superiore ricevo il segnale dei cellulari in "condivisione dati" che vengono tenuti accesi tutti i pomeriggi fino alle prime ore del mattino per fare funzionare la playstation o la tv in streaming costringendomi a notti insonni e a problemi sulla salute tra cui l'ipertensione (160/100 misurata alle 24.00). Ho provato a spiegare la mia situazione e a suggerire come si può attenuare il segnale verso il piano inferiore ma i miei suggerimenti non vengono applicati.
Cosa posso fare visto che invadere la casa altrui con le onde radio non è un reato?
La ringrazio e saluto.

 

RISPOSTA

 

Puoi procedere con atto di citazione al giudice di pace, giudice competente ai sensi dell'articolo 7 del codice di procedura civile, “per le cause relative a rapporti tra proprietari o detentori di immobili adibiti a civile abitazione in materia di immissioni di fumo o di calore, esalazioni, rumori, scuotimenti e simili propagazioni che superino la normale tollerabilità”.

La norma di riferimento è l'articolo 844 del codice civile: “il proprietario di un fondo (immobile) non può impedire le immissioni di fumo o di calore, le esalazioni, i rumori, gli scuotimenti e simili propagazioni derivanti dal fondo del vicino, se non superano la normale tollerabilità, avuto anche riguardo alla condizione dei luoghi”.

Occorre una relazione peritale da allegare all'atto di citazione per dimostrare le immissioni di onde radio.

A disposizione per chiarimenti.

Cordiali saluti.

Giudice di pace di............
Atto di citazione
ex art 844 cc


Il Sig.................CF.................nato a.............residente in...............rappresentato e difeso dall'Avv................ed elettivamente domiciliato presso il Suo Studio in..................giusta delega in calce del presente atto

Premesso

che l'attore è proprietario dell'immobile sito in..............Via...........n............, piano terra, dove dimora abitualmente e risiede anagraficamente

che dal piano superiore riceve il segnale dei cellulari in "condivisione dati" che vengono tenuti accesi tutti i pomeriggi fino alle prime ore del mattino per fare funzionare la playstation o la tv in streaming costringendolo a notti insonni ed a problemi sulla salute tra cui l'ipertensione (160/100 misurata alle 24.00).

che detta attività di onde radio si svolge quindi a decorrere dalle ore............... alle ore …........ con notevoli immissioni eccedenti la normale tollerabilità a mente dell'art. 844 cc come evidenziato dalla relazione peritale di parte che si produce;

che vani sono risultati i tentativi di conseguire bonariamente una eliminazione delle onde radio, attraverso i seguenti accorgimenti: _______

Ciò premesso

il Sig...................come in epigrafe rappresentato e difeso,

CITA

la signora …............... a comparire innanzi all'intestato Giudice di pace, ore di rito, con invito a costituirsi almeno venti giorni prima dell'udienza ai sensi e nelle forme di cui all'art. 166 cpc, con l'avvertimento che la costituzione oltre il suddetto termine implica le decadenze di cui all'art. 167 cpc nonchè quella di cui all'art. 38 cpc e che, in caso di omessa costituzione, si procederà in Sua contumacia per ivi sentire accogliere le seguenti

CONCLUSIONI

Voglia l'Ill.mo giudice di pace adito ordinare la cessazione delle immissioni come descritte in premessa ovvero disporre le necessarie misure per ricondurre alla normale tollerabilità le immissioni medesime, condannando la signora …......... a risarcire i danni subiti dall'attore, con valutazione equitativa ex art. 1226 cc

Con vittoria di spese, competenze ed onorari di lite

In via istruttoria si deposita:
-atto di proprietà dell'immobile;
-documentazione fotografica dei luoghi;
-relazione peritale curata dal Dott.........;
-diffida a mezzo raccomandata ar del.............

Ai fini del pagamento del contributo unificato si dichiara che il valore della presente controversia è pari a............

Addì.................

Fonti: