Prescrizione di tre anni dei compensi dovuti al commercialista per avere curato la contabilità della società





Siamo uno studio di consulenza fiscale, un ex dipendente vuole farci vertenza per differenze contrattuali, ferie ed altro;
il ragazzo in questione ha portato presso il nostro studio delle contabilità di società appartenenti al fratello, e noi per rispetto abbiamo chiesto compensi modesti molto al di sotto dei minimi parcellari, posso chiedere le differenze al signore che vuole farci vertenza.



RISPOSTA



Senza ombra di dubbio è possibile chiedere la differenza tra quanto richiesto inizialmente ed i minimi parcellari … con un unico limite però: la prescrizione triennale per il compenso dell’opera prestata dai professionisti, ai sensi dell’articolo 2956 del codice civile.

Art. 2956. Prescrizione di tre anni. 

Si prescrive in tre anni il diritto:
1) dei prestatori di lavoro, per le retribuzioni corrisposte a periodi superiori al mese;
2) dei professionisti, per il compenso dell'opera prestata e per il rimborso delle spese correlative;
3) dei notai, per gli atti del loro ministero;
4) degli insegnanti, per la retribuzione delle lezioni impartite a tempo più lungo di un mese.


Siamo a disposizione per ulteriori chiarimenti.

Cordiali saluti.