Contratto di sublocazione transitorio in un comune sopra i 10.000 abitanti





Salve, con la presente sono a chiedere chiarimenti in merito alla possibilità di stipulare un contratto di sublocazione transitorio in un comune sopra i 10.000 abitanti.
Nello specifico vi chiedo se, come per i contratti di locazione transitori, necessiti di attestazione da parte dell'associazione di categoria per la determinazione del canone e se si debba utilizzare modello ministeriale oppure se il contratto di sublocazione esuli da tutte le norme che disciplinano la locazione di immobili. Vi chiedo infine se, trattandosi di sublocazione per esigenze diverse da quelle di lavoro o studio, esuli dalla normativa generale dei contratti
Attendo vostre Saluti

RISPOSTA

Qual è la normativa di riferimento in materia di contratto di sublocazione?
Innanzitutto abbiamo il decreto ministeriale del 30 dicembre 2002 che ha previsto il divieto di sublocazione nei contratti transitori in quelli stipulati con studenti universitari fuori sede. Poi abbiamo l'articolo 2 della legge del 27 luglio 1978, n. 392:

Art. 2 della legge del 27 luglio 1978, n. 392. (Disciplina della sublocazione)
Il conduttore non può sublocare totalmente l'immobile, né può cedere ad altri il contratto senza il consenso del locatore. Salvo patto contrario il conduttore ha la facoltà di sublocare parzialmente l'immobile, previa comunicazione al locatore con lettera raccomandata che indichi la persona del subconduttore, la durata del contratto ed i vani sublocati.
La legge non pone vincoli in materia di sublocazione di immobili, nelle città con un numero superiore a 10.000 abitanti.
Il contratto di sublocazione esula da tutte le norme che disciplinano la locazione di immobili.
Il contratto di sublocazione transitorio non prevede l'obbligatoria indicazione delle esigenze, per un motivo molto semplice: non si potrebbe applicare la sanzione, ossia la trasformazione di una sublocazione transitoria in una sublocazione 4 anni + 4 anni.
La fattispecie della sublocazione 4 + 4, con tutta evidenza, non è stata tipizzata dal legislatore.
A disposizione per chiarimenti.
Cordiali saluti.

Fonti: