Rinuncia del proprietario al preavviso di sei mesi





Sono G.B., e avrei bisogno di una consulenza per capire cosa devo fare, il conduttore che abitava nel mio appartamento, con contratto di locazione in CEDOLARE SECCA, con scadenza 30/09/2022 , mia lasciato senza un preavviso scritto, o meglio ancora raccomandata con ricevuta di ritorno, e a voce , mi a detto che fra un mese va via , allora io ho preteso che mi faccia una dichiarazione che mi serviva per le imposte dirette , per la chiusura del contratto, e cosi il 28/04/2022 me l'ha firmata.

 

RISPOSTA

 

Se il conduttore ti ha consegnato una dichiarazione per la chiusura del contratto e tu, una volta ricevuta questa dichiarazione, hai chiuso il contratto all'agenzia delle entrate, significa che hai rinunciato al preavviso di sei mesi, concedendo al conduttore di andare via di casa dopo solo un mese dalla tua raccomandata a/r.
Un giudice ti direbbe: “sig. proprietario, per quale motivo hai chiesto un documento di chiusura di contratto firmato dal conduttore ed hai chiuso il contratto all'agenzia delle entrate, anziché eccepire al conduttore che il contratto si sarebbe chiuso soltanto dopo sei mesi dalla sua raccomandata ?” Secondo l'articolo 1175 del codice civile, “il debitore e il creditore devono comportarsi secondo le regole della correttezza”.



Abbiamo poi parlato che andando via 5 mesi prima mi doveva pagare 5 mensilità, come da contratto, rispondendo che non cera nessun problema, dopo una settimana lo chiamato al telefono e mi ha detto che si è informato e non mi deve niente , e con cattiveria mia insultato e mandato a quel paese.

 

RISPOSTA

 

Perché hai chiuso il contratto al ricevimento della dichiarazione del conduttore?
Hai commesso un grave errore!
Chiudendo il contratto al ricevimento della dichiarazione del conduttore, hai rinunciato al preavviso. Se non avessi chiuso il contratto, avresti potuto reclamare le ulteriori 5 mensilità.
Anche se maleducato, il conduttore da un punto di vista giuridico ha ragione.



Sono un signore in pensione di 65 anni, e mi scuso se non ho scritto bene la mia richiesta, in futuro cercherò di migliorarla in quanto alle mie possibilità.
ln attesa di una vostra risposta porgo distinti saluti.

 

RISPOSTA

 

Un giudice eccepirebbe che il proprietario, anziché chiudere il contratto al ricevimento della dichiarazione del conduttore, avrebbe dovuto lasciarlo aperto per ulteriori 5 mesi, chiedendo sin dall'inizio il pagamento delle mensilità dovute. Temo che questo errore che hai commesso possa impedirti di presentare ricorso per decreto ingiuntivo al tribunale civile, per il pagamento delle cinque mensilità in questione.
A disposizione per chiarimenti. Cordiali saluti.

Fonti: