Lavori corridoio in comproprietà non necessita autorizzazione comproprietario





Buongiorno, ho acquistato un appartamento accatastato magazzino che deriva dal frazionamento di una unità immobiliare in due unità.
Tale magazzino da me acquistato diventerebbe abitabile se riuscissi a collegare il wc alla rete fognaria.
Io per poter raggiungere la colonna degli scarichi e quindi installare un wc devo passare con il tubo di scarico in una intercapedine sotto ad un corridoio di proprietà 50 % mio e 50 % del mio dirimpettaio. Io riuscirei a passare tale scarico sotto al pavimento in parquet esistente senza nemmeno toccare il pavimento perché dal mio appartamento riesco a raggiungere una corte interna dove ci sono gli scarichi.
La mia domanda è: essendo il corridoio 50% mio e 50% del mio dirimpettaio ed essendo che io passerei il tubo in una intercapedine sotto al pavimento (quindi io il pavimento esistente nemmeno lo tocco o lo danneggio), devo chiedere ugualmente l'autorizzazione al mio dirimpettaio oppure posso procedere?
È un corridoio privato che dà l'accesso ai nostri appartamenti non è un corridoio condominiale. Spero di essere stato chiaro, grazie in anticipo

RISPOSTA

Non si tratterebbe di un'autorizzazione, ma di una semplice comunicazione, poiché essendo tu comproprietario, non devi chiedere alcuna autorizzazione, salva l'ipotesi di lavori straordinari che modificano la destinazione del bene comune oppure che impediscono agli altri comproprietari di farne parimenti uso, secondo il loro diritto.
È quanto previsto dall'articolo 1102 del codice civile, in materia d'uso del bene in comunione: “Ciascun partecipante puo' servirsi della cosa comune, purché' non ne alteri la destinazione e non impedisca agli altri partecipanti di farne parimenti uso secondo il loro diritto. A tal fine può apportare a proprie spese le modificazioni necessarie per il miglior godimento della cosa”.

È doveroso comunicare preventivamente al comproprietario che effettuerai questi lavori, giacché durante l'effettuazione dei lavori, immagino che la disponibilità del corridoio sarà temporaneamente interrotta.

Preciso che al termine dei lavori, il corridoio dovrà essere ripristinato a tua spese, nello stesso identico stato in cui si trovava prima dei lavori.

A disposizione per chiarimenti.

Cordiali saluti.

Fonti: