Inammissibile aspettativa dipendente pubblico per lavoro dipendente presso privato





Gentilissimo avvocato, sono un dipendente ministeriale (Ministero dell'interno), lavoro presso una Prefettura del Nord Italia e vorrei mettermi in aspettativa per svolgere un lavoro subordinato, quale dipendente in una società privata di mio cognato che si occupa di pesca, in Sicilia, la mia regione di origine. Non è mia intenzione chiedere l'aspettativa per motivi personali, subordinata al “gradimento” del datore di lavoro. La prefettura mi negherebbe l'aspettativa, poiché gli uffici della Prefettura ove presto servizio sono decisamente sotto organico.

Ho intenzione di chiedere l'aspettativa senza assegni e senza decorrenza di anzianità, per dodici mesi, ex art. 18 della legge n. 4 novembre 2010, n. 183.

E' possibile presentare questa richiesta all'ufficio personale della Prefettura, con fondate prospettive di accoglimento della stessa?

RISPOSTA

L'aspettativa a cui hai fatto riferimento, è prevista direttamente dalla legge e non dalla contrattazione collettiva. Il legislatore del 2010 ha previsto la facoltà per i dipendenti pubblici di essere collocati in aspettativa senza assegni per avviare attività professionali e imprenditoriali.

E' possibile chiedere tale aspettativa per stipulare un contratto di lavoro subordinato, lavorando come dipendenti per un soggetto privato, sia esso una ditta individuale anziché una società di persone o di capitali?

Secondo il dipartimento della funzione pubblica, la risposta è negativa. E' inammissibile concedere l'aspettativa di cui all'art. 18 della legge n. 4 novembre 2010, n. 183, per svolgere un lavoro subordinato.

Mi riferisco per la precisione al parere in materia di aspettativa ex art. 18 della legge n. 4 novembre 2010, n. 183 (DFP n. 19365 – P – 24/03/2021)

Secondo la funzione pubblica, ai dipendenti pubblici è consentito di essere collocati in aspettativa senza assegni e senza decorrenza dell’anzianità soltanto “per avviare attività professionali e imprenditoriali”. Non rientra in tale fattispecie la stipula di contratti di lavoro subordinato con datori di lavoro privati.

La soluzione da te prospettata non è pertanto fattibile.

A disposizione per chiarimenti.

Cordiali saluti.

Fonti: