Contratto di deposito con possibilità di recesso unilaterale anticipato





Buongiorno, avrei una domanda in tema di recesso: in un contratto di deposito il depositante ha previsto espressamente, nel contratto, la facoltà di recesso solo in proprio favore, non prevedendola espressamente anche a favore del depositario. Il depositario, da parte sua, sostiene che anche se non espressamente prevista nel contratto, la possibilità di recedere potrà comunque esercitarla, adducendo come motivazione il fatto che dal punto di vista legale la facoltà di recesso è sempre da intendersi per entrambe le parti e che può essere quindi impugnata una previsione unilaterale della facoltà di recesso stessa.
È corretto?
Vi chiedo cortesemente un parere in merito
Grazie

 

RISPOSTA

 

Dobbiamo fare riferimento all'articolo 1341 II comma del codice civile: “In ogni caso non hanno effetto, se non sono specificamente approvate per iscritto, le condizioni che stabiliscono, a favore di colui che le ha predisposte, limitazioni di responsabilità, facoltà di recedere dal contratto o di sospenderne l'esecuzione, ovvero sanciscono a carico dell'altro contraente decadenze, limitazioni alla facoltà di opporre eccezioni, restrizioni alla libertà contrattuale nei rapporti coi terzi, tacita proroga o rinnovazione del contratto, clausole compromissorie o deroghe alla competenza dell'autorità giudiziaria”.

In concreto, il depositario ha predisposto un contratto di deposito, sottoponendolo all'attenzione del depositante per la successiva sottoscrizione. Nel contratto di deposito è prevista la facoltà di recesso unilaterale anticipato, soltanto in capo al depositario. Si tratta di una clausola “vessatoria” ossia idonea a determinare un determinante squilibrio contrattuale tra le parti.

La clausola deve essere approvata nello specifico del depositante. Hai presente la doppia firma in calce al contratto, la prima firma per sottoscrizione dello stesso, la seconda firma per accettazione specifica di tutte le clausole anche di quelle vessatorie che determinano squilibri contrattuali?
Nel contratto di deposito è scritto che il depositante, essendo al corrente dello squilibrio contrattuale, approva nello specifico la clausola?
Mi riservo di esaminare il testo del contratto.
In caso di mancata approvazione della clausola contrattuale specifica?
Il depositario non potrà recedere unilateralmente … e nemmeno il depositante!
E' falso quanto comunicato dal depositante: la facoltà di recesso non deve essere necessariamente ed automaticamente intesa per entrambe le parti.

A disposizione per chiarimenti.

Cordiali saluti.

Fonti: